Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

giovedì 3 agosto 2017

Difendere la fede

Un carissimo lettore del blog mi ha chiesto dei consigli su come difendere la fede dagli attacchi di coloro che irridono la Religione.

Caro D.,
               è da un po' che non ti scrivo, comunque seguo quasi quotidianamente i tuoi blog, e devo dire che spesso ricevo proprio le risposte che cercavo in quel momento, quindi continuo a considerarti un amico e un consigliere, per esempio oggi, ho letto a proposito di Cattolici che criticano aspramente l'istituzione ecclesiastica, questa è purtroppo una realtà con cui mi trovo a combattere quasi tutti i giorni con tanti amici e colleghi che vorrebbero crearsi un Cattolicesimo "personalizzato", vorrebbero essere Cattolici ma allo stesso tempo essere a favore dell'aborto, del divorzio, delle unioni omosessuali, dell'eutanasia, tirando in ballo il potere, la ricchezza della Chiesa, lo IOR, gli scandali vari, etc.... io cerco di spiegargli che queste sono idee che ci hanno inculcato i Media schiavi del potere, o comunque cerco di fargli capire che la Chiesa non e' così potente come loro pensano, a volte gli tengo testa, ma molto spesso, dato che chi la pensa così purtroppo è la maggioranza, sono costretto a cedere [...] per una questione di ignoranza mia sui vari argomenti. [...] Per favore, dammi qualche piccolo consiglio semplice ed efficace come sempre, da adottare quando mi trovo di fronte a queste situazioni, io, nonostante cerchi di documentarmi, a volte resto davvero privo di risposte.

Un affettuoso saluto, ricorda me e queste persone nelle tue preghiere.

(Lettera firmata)


Carissimo in Cristo,
                                  innanzitutto apprezzo molto il tuo desiderio di difendere la Religione dagli attacchi di persone che hanno accettato la mentalità mondana. Eccoti alcuni consigli pratici. Per prima cosa è molto importante fare abbondanti letture riguardanti la fede. Ovviamente devono essere stati scritti da autori di sicura fede, non da modernisti. Oggi non è facile trovare in giro dei buoni libri di apologetica, ma fortunatamente è possibile trovare su internet alcuni interessanti libretti scritti da Don Giuseppe Tomaselli (1902 - 1989), come ad esempio “Perché credo”, “Abbasso i preti!”, “Dalle tenebre alla luce”, “Trentatré perché”, “I falsificatori della Bibbia”. Sono scritti in un linguaggio semplice, adatto a tutti.

Quando ti trovi in una discussione con persone che attaccano la Religione, devi mantenere un atteggiamento fermo ma sereno. Andare in escandescenza, come fanno alcuni, sarebbe un errore che darebbe una cattiva impressione ai circostanti.

Quando la gente critica i preti per gli scandali che alcuni di essi combinano (ad esempio quando vivono in maniera sfarzosa e mondana), purtroppo, spesso sono accuse vere, non si può negare l'evidenza. In questo caso bisogna rispondere che non bisogna generalizzare, infatti dappertutto (carabinieri, operai, medici, imprenditori, insegnanti, magistrati, ecc.) ci sono le persone che fanno bene il loro dovere, e quelle che invece si comportano male. Ma noi non dobbiamo seguire l'esempio dei preti scandalosi, bensì dobbiamo guardare all'esempio dei religiosi e dei sacerdoti santi, ad esempio San Francesco, Padre Pio, Don Bosco e tanti altri.

Comunque, se non ci sente pronti ad affrontare un dibattito con i critici della Chiesa, è meglio limitarsi a dire di voler preferire di seguire l'insegnamento dei santi, anziché le dottrine del mondo, e poi cercare di cambiare discorso su altri argomenti sani. Affrontando un pubblico dibattito con nemici della fede, senza avere un'adeguata preparazione, si corre il rischio di perdere il confronto e di dare così una cattiva immagine alla Religione. Quindi in questi casi, dopo aver dichiarato di aderire pienamente agli insegnamenti della Chiesa, è meglio evitare il confronto.

Approfitto dell'occasione per porgerti i miei più cordiali e fraterni saluti in Cristo Re e Maria Condottiera di tutte le vittorie della Chiesa,

Cordialiter